Late Night Show with Riccardo

Le nostre vacanze

Photo by cheng feng on Unsplash

Alla fine non suona così male “Vacanze in Friuli”, se non fosse che avevamo programmi diversi per l’estate.

Dovevamo andare negli Stati Uniti a giugno, a Miami. Dovevamo andare a Malaga, in Spagna, a maggio. Viaggi d’istruzione che ci avrebbero fatto svagare e avrebbero fatto sì che l’anno scolastico si concludesse con i fuochi d’artificio.

Non è stato così, purtroppo…

Io, personalmente, dovevo partire per Minorca ad agosto, per passare quindici giorni con la mia famiglia, lasciandomi alle spalle un anno pieno di stress e difficoltà.
Al rientro, avrei incontrato mia cugina. Lei vive all’estero e ho la possibilità di vederla per una sola settimana l’anno. Mi manca, come mi mancano tutti i miei amici, che non vedo da mesi.

Qui abbiamo Grado, abbiamo le Alpi che segnano il confine con gli stati a noi vicini, a noi cari in un certo senso. Chi abita nella provincia di Gorizia sa cosa vuol dire avere amici, perché no, parenti rimasti in Slovenia e non poterli incontrare perché la frontiera è chiusa.

Chi abita sul confine ha forse sempre dato per scontato passare qualche giorno in Croazia, con il mare meraviglioso che ci si trova.

Qui abbiamo Lignano Sabbiadoro, abbiamo le Prealpi Carniche e Giulie. Tutti posti molto belli, ma ci mancherà tanto tutto il resto, per via delle nostre abitudini.

Come se non bastasse anche i nostri compagni di un anno più giovani o i maturandi avranno una bella gatta da pelare: l’apprensione per un esame di cui non ci si sente mai abbastanza preparati. A questa si aggiunge ora l’incognita riguardo le modalità con cui si svolgeranno le prove.

Ciò che servirebbe sarebbe una pausa, DAL MONDO. Mettiamo in pausa lo scorrere del tempo e ragioniamo, capiamo come procedere e cosa fare: magari si potesse fare!

Quando tutto questo sarà finito, ce ne ricorderemo come uno dei momenti più bui dell’umanità. Ci verranno i flashback, come si vede nei meme. Ma, per fortuna, sarà solo un brutto, lontano ricordo.

Per questo dobbiamo resistere, fare del nostro meglio per andare avanti e non fermarci. L’Italia deve ripartire, lo farà dalle sue certezze, dalle sue basi. Pian piano torneremo alla normalità, serve solo tempo, forza e tanto, tanto coraggio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...