Sport

Martinenghi torna in acqua

by Arlind R. 1^AER
Istituto Nobile Aviation College

Photo by Marc-Antoine Roy on Unsplash

Il nuoto italiano avrà una lenta ripartenza perché a causa del coronavirus risultano solo 10 le piscine aperte, la paura che molte non possano più riaprire è molta. Senza i fondi necessari è difficile tenere aperti gli impianti. Nella città di Milano solo una è la piscina in funzione che ha riaperto nelle ultime ore solo per gli agonisti, tra cui il ventenne italiano Martinenghi, primatista nei 100 metri di rana.

Nei pochi impianti in funzione gli spogliatoi sono chiusi e gli atleti devono cambiarsi sugli spalti, si entra in acqua in gruppi separati. La Germania ha autorizzato la riapertura delle vasche di nuoto da metà maggio, occorrerà poi vedere la reale applicabilità delle linee guida imposte dal governo. 

Il rinvio dei Giochi Olimpici al 2021 ha costretto molte federazioni a dover cambiare i propri programmi, la federazione mondiale di nuoto ha dovuto rinviare il mondiale in Giappone. Anche gli Europei di Roma sono stati rimandati al 2022.

L’unico vero problema è la spesa per tenere le piscine disinfettate, infatti solo gli impianti più solidi economicamente riusciranno a aprire entro il 18 maggio, mentre le altre aspetteranno la data di riapertura a pieno regime. 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...