Books

I libri che insegnano

by Flavia D. P. 1^BER – Roma
Istituto Nobile Aviation College

Photo by Ben White on Unsplash

La prima cosa che ci insegna la lettura è come stare soli.

J. FRANZEN

Quando si sta con i libri, si cerca la tranquillità, ci si rifugia in un posto in cui dimenticare che esiste il resto del mondo, in cui tutti i problemi legati alla realtà non ci sono, anche se solo per un breve momento.

Quando si legge ci si immerge nella vita di qualcun altro, si dimentica che a volte a casa o a scuola o a lavoro incontriamo delle difficoltà e ci lasciamo riempire di emozioni altrui, quelle dei personaggi di un racconto che sono vari e unici come le storie che li narrano. Ognuno cerca qualcosa di diverso in un libro: c’è chi vuole trovare qualcuno affine a se stesso, chi invece vuole staccarsi dal proprio essere e ritrovarsi in qualcun altro con una storia differente dalla propria.
Ecco cinque libri che ci danno questa occasione.

Lo strano caso del dottor Jekyll e Mr. Hyde, Robert Stevenson

A chi non è mai capitato di voler essere diverso da com’è quotidianamente? Magari per avere più coraggio, magari per essere più persuasivo o magari semplicemente per provare qualcosa di nuovo; essere irriconoscibili ci concede quel pizzico di anarchia. Ecco a voi l’uomo che è riuscito a dividersi dalla sua bestia interiore.

Il paradiso di Zoe, Valeria Montemurro

Ci sono persone che passano un’intera vita a cercare di capire qual è il loro ruolo nel mondo e sprecano il loro tempo. In questa storia si narra di Zoe, una ragazzina alla quale il tempo è stato strappato via di colpo, ma nonostante tutto le è bastato per creare e rendere indissolubile l’amore spontaneo che la lega alla sorella e che non potrà essere spezzato da niente, quello stesso legame permetterà alle due di ritrovarsi.

Il rubino di fumo, Philip Pullman

Quando dissero a Sally Lockart che anche suo padre era morto nell’inabissamento della nave che lo stava portando in Cina, la ormai orfana sedicenne londinese si ritrovò ad indagare sul suo passato famigliare e a scoprire come da lei sospettato che quella morte non era solo frutto di coincidenze brutali.

Notre-Dame de Paris, Victor Hugo

Chi non conosce la storia tragica della stracciona Esmeralda, spesso ormai tramite musical?Consiglio di leggersi la storia di Quasimodo per conoscere veramente a pieno il cupo periodo che attraversarono i senzatetto di allora nella Parigi “al tempo delle cattedrali”.

Pax, Sara Pennypacker

Questa è l’incredibile storia di un bambino separato dal suo “poco comune” animale da compagnia: Pax. L’avventura che porterà il bambino a lottare per riunirsi al suo amico e che farà scoprire a Pax gli odori e i sapori dei boschi, e di quella che sempre di più somiglia a una casa; i due dovranno capire cosa significa davvero la parola amicizia.

Le ragioni che spingono a nascondersi in un libro sono varie, ma indipendentemente dalla motivazione una cosa che le accomuna tutte è che chiunque legge vive mille volte perché ogni libro nasconde un intreccio di avventure. Spero che questi libri trovino almeno un lettore tra di voi. Alla prossima settimana.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...