Films and TV Series

6 film con cui decollare dalla monotonia della quarantena

by Anastasia V., Aurora B., Azzurra P., Jana P., Leonardo P. D. C., Riccardo R.
1^AER, 2^AER, 3^AER – Fagagna (UD)
Istituto Nobile Aviation College

Photo by Jordan Sanchez on Unsplash

Frequentando un istituto aeronautico, non poteva assolutamente mancare una Top 6 delle pellicole più interessanti riguardanti questo mondo, con le quali poter passare qualche ora serenamente… o quasi. Gli eventi rappresentati? Gli incidenti aerei.
Questi sono sicuramente i nostri film preferiti in assoluto, grazie alle trame avvincenti e alle situazioni in cui… sicuramente non vorremmo trovarci MAI.
Quindi, dato che tutti noi non dobbiamo né andare dal barbiere (comprese il Presidente) né abbiamo altri impegni, vediamoli subito!

TOP GUN

Questo film è davvero in grado di far sognare… ad occhi chiusi e ad occhi aperti.
Ogni volta che penserete alla meravigliosa moto, alla spavalda divisa, al seducente sorriso di un giovanissimo Tom Cruise, all’ebrezza del volo, una scarica di adrenalina vi attraverserà tutto il corpo.
Maverick, giovane e affascinante pilota dell’aviazione statunitense, in addestramento su una portaerei, si trova a confrontare la sua bravura e preparazione con quella dei colleghi, intercettando e combattendo contro aerei nemici con forza e determinazione… e anche trasgredendo alcune regole.
NEWS: a dicembre Maverick tornerà a solcare i cieli del grande schermo con un sequel attesissimo!

Photo by Richard R. Schünemann on Unsplash

SULLY

Tratto dal libro Highest duty: my search for what really matters, Sully è un film del 2016 che racconta la vicenda del volo US Airways 1519, il quale, il 15 Gennaio 2009, durante il decollo dall’aeroporto LaGuardia di New York direzione Seattle Tacoma Int’l, ha subito un cosiddetto Bird strike, ossia l’intrusione di uno stormo di uccelli nelle turbine dei motori,da qui un’avaria… non proprio l’ideale in fase di decollo, visto che la spinta necessaria viene a mancare.
A questo punto, il Capitano Chesley B. Sullenberger, Sully, dopo aver valutato tutte le possibilità ed aver constatato che un atterraggio di emergenza in un aeroporto risulta impossibile, prende la decisione di tentare l’ammaraggio (atterraggio in acqua) nel bel mezzo dei fiume Hudson di New York.

IL VOLO DELLA FENICE

Ci riferiamo al remake di John Moore del 2004 (dato che il primo risale al 1965). La storia è quella di un pilota, Frank Towns, che è anche il comandante di un Fairchild C-119 Flying Boxcar (un bimotore di trasporto), che assieme al suo copilota A.J. riceve il compito di recuperare un gruppo di ricercatori da un impianto di trivellazione petrolifera. I due si imbattono però in una imprevista tempesta di sabbia sopra il deserto Gobi in Mongolia. Il protagonista non demorde, decide di affrontarla e così facendo precipita con il suo equipaggio. La situazione si fa parecchio tesa tra fame e paura di non essere trovati mai più. Come andrà a finire?
Come dice John Moore: “Ogni uomo nella vita ha bisogno di qualcuno da amare. Se non puoi dargli questo, dagli qualcosa in cui sperare… e se non puoi dargli neanche questo, dagli qualcosa da fare!

FLIGHT

Un film che coinvolge, oltre che la vita lavorativa, anche la vita privata di chi fa questo mestiere. Il protagonista, William o”Whip”, è un pilota di linea che fa uso di droghe e alcol. Una mattina come tante altre: un volo da Orlando ad Atlanta, dopo il decollo un bicchiere di vodka e succo d’arancia per tirarsi un po’ su, subito dopo un gran rumore. L’aereo che sta pilotando ha subito un guasto grave. Whip è obbligato ad effettuare un atterraggio di emergenza, mentre si sta avvicinando all’aeroporto, perde il controllo dei comandi ed è costretto a manovrare l’aereo sotto sopra. Dopo aver perso entrambi i motori è costretto ad atterrare su un campo. Il comandante riapre gli occhi in ospedale dove incontra la NTSB che indaga sull’incidente e che lo porterà in tribunale. Questo film si ispira ad una storia realmente accaduta, si tratta del volo Alaska Airlanes del 31 gennaio del 2000 in cui non si salvò nessun membro dell’equipaggio.

2:22

Il destino è già scritto, 2:22 è un film del 2017 diretto da Paul Currie e interpretato da Michael Huisman, Teresa Palmer e Sam Reid (state attente, perché il protagonista è molto carino). Dylan Boyd è un controllore di traffico aereo, un incarico di grande responsabilità che svolge però con scioltezza: la sua capacità di costruire schemi dove altri vedrebbero solo caos, ne fa sempre l’uomo giusto al posto giusto. Un giorno però questa abilità si ritorce contro di lui e fissa ossessivamente nella sua mente su una serie di eventi, che sembrano ripetersi dal mattino fino alle ore 2:22. Distratto da questi pensieri finisce quasi per far schiantare tra loro due aerei e viene sospeso dal lavoro. Una sera a teatro conosce Sarah, appena arrivata a New York proprio con uno dei voli che hanno di pochissimo evitato la collisione. Tra i due c’è un immediato feeling, quasi innaturale, ma anche la relazione con lei sembra cadere nello schema di eventi che si ripetono quotidianamente e che pare sfoceranno in una sparatoria alla stazione dei treni. Dylan dovrà trovare la soluzione prima che sia troppo tardi.

THE TERMINAL

Questo è davvero perfetto per gli appassionati di film di aeronautica! Viktor Navorski, dopo esser partito da uno stato formatosi dalla frammentazione dell’URSS, atterra all’aeroporto di New York e una volta nell’ufficio visti scopre che nel suo Paese è stato messo in atto un colpo di stato. Il protagonista sarà costretto a a rimanere all’interno del terminal per mesi e mesi. Che cosa vi ricorda? è un po’ la nostra situazione…

Cosa ne pensate dei film che vi abbiamo proposto? Li avevate mai visti? Ne avete altri da consigliarci? Scrivetelo in un commento qui sotto, intanto noi aspettiamo con ansia le parole del Presidente Conte, sperando che non sia in ritardo anche questa volta…

1 pensiero su “6 film con cui decollare dalla monotonia della quarantena”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...